13.03.2018

L’armonizzazione del traffico dei pagamenti volge al termine

La piazza finanziaria elvetica passa allo standard ISO 20022. Grazie anche alla perfetta interazione fra tutte le parti coinvolte, PostFinance è il primo istituto finanziario a completare la migrazione. Le altre banche dovrebbero seguire entro metà anno.

Il grande progetto strategico «Armonizzazione del traffico dei pagamenti» è iniziato nel 2013 con la pianificazione e la specificazione delle offerte ISO. Dalla metà del 2014, fino a 300 persone presso PostFinance e circa 500 fornitori di software hanno lavorato instancabilmente al passaggio allo standard ISO 20022, riconosciuto a livello mondiale.

Automazione mediante la tecnologia robotica

Il 75% dei clienti lavora con un software standardizzato. «Per loro il passaggio è stato eseguito in modo automatico mediante la robotica ed è durato dai tre ai sei mesi», dice Alfred Meyenberg, responsabile del programma Armonizzazione del traffico dei pagamenti presso PostFinance. «La migrazione del restante 25% è stata notevolmente più complessa e onerosa. Le modifiche per i clienti maggiori e le PMI con soluzioni software personalizzate sono andate avanti per anni».

Un successo merito di tutte le parti coinvolte

Secondo Meyenberg, le maggiori sfide sono state la disponibilità dei prodotti software e la comprensione della clientela. «Non sempre l’urgenza delle modifiche è stata capita». Grazie all’affiancamento dei clienti principali, alla comunicazione regolare e alla perfetta interazione fra clientela, fornitori di software e PostFinance, è stato possibile completare la migrazione in tempo. «È un traguardo importante e sono soddisfatto del lavoro svolto».

Un’altra migrazione ci attende

«A inizio anno abbiamo effettuato i controlli finali, le ultime migrazioni e le operazioni di rettifica e riordino», spiega Meyenberg. Ora siamo pronti per la prossima tappa fondamentale presso PostFinance: il cambiamento del software bancario (cfr. l’intervista a Markus Fuhrer). E rimane ancora del lavoro da fare anche sulla piazza finanziaria. PostFinance sarà il primo istituto finanziario a completare la migrazione. Le altre banche seguiranno presumibilmente entro il 30 giugno 2018.